Shut Up & Take My Make Up

Lentiggini finte e come farle (follie dei trend make up)

lips.jpg

Ogni anno in estate arrivano nuovi entusiasmanti trend per il make up che spesso, lo ammetterete, ci lasciano un attimo basite. Ma chi siamo noi per dire no? Chi siamo noi per non provare l'ennesimo trucchetto?

Se siete dotate di lentiggini naturali sappiate che in questa stagione siete cool come mamma vi ha fatte. Noi che invece non possediamo quelle deliziose spruzzatine di sole in viso ce le disegniamo. Finte. Pronte? Ora vi spiego come realizzare delle finte lentiggini sul vostro viso.

Cosa vi serve

- Una matita marrone per gli occhi waterproof,

- una spugnetta (simil Beauty Blender),

- la vostra cipria abituale.

Come si fa

Dopo aver provveduto a realizzare la vostra base viso, guardatevi bene allo specchio e decidete dove disegnare le vostre lentiggini. Trovo che sia molto piacevole e naturale posizionarle sugli zigomi e sull'archetto centrale del naso. Se avete un'amica che le possiede guardatela e studiatela: l'effetto che vogliamo è il più soft e realistico possibile.

Successivamente, disegnate dei piccoli puntini con la matita marrone nelle zone che vi piacciono di più, posando semplicemente la punta del vostro strumento senza calcare troppo.

Per ottenere un effetto naturale passate la vostra spugnetta umida sul viso, picchiettando leggermente. Anche usare le dita è una buona idea! Siate delicate, mi raccomando.

Eccoci alla fase finale: usate la vostra cipria per fissare tutto e voilà, il gioco è fatto!

Le vostre lentiggini finte sono pronte per essere immortalate nel vostro feed di instagram. Provare per credere! :D


ritratto_1_bassa.jpg

SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Beauty digital strategist, nella vita dentro l'internet prepara per le aziende più cool strategie digitali con l'eyeliner. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti o scoprire cose del suo lavoro qui. Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Trucchetti per un eyeliner al top

eye.jpg

Ciao amica dalla mano tremolante,

questo post è per te! Se ogni giorno pensi: aaaah, quanto sarebbe bello farmi una riga di eyeliner decente, aaaah quanto sarebbe bello essere in grado di non sbafarmi interamente la faccia con il pennino, aaaaah quasi quasi me lo faccio tatuare fermati: con questi trucchetti e sì, pratica, tanta pratica, diventerai più brava di Moira Orfei (che lei di eyeliner ci capiva, credimi).

Veniamo al dunque: qui sotto troverai un elenco di trucchetti che ho provato e rubato in giro da video tutorial e stalking selvaggio dei profili instagram di grandi truccatori.

1) Scegli lo strumento giusto per te

Ci sono grossomodo tre tipologie di strumenti per disegnare una riga glamorous sui tuoi occhi: matita, eyeliner liquido, eyeliner in gel. Se sei una principiante ma tanto volenterosa usa la matita, è più gestibile. Piccola raccomandazione: temperala bene prima di utilizzarla ma fai in modo che non sia troppo appuntita, ché cavarsi gli occhi non è molto trendy, diciamo. Inoltre puoi sfumare e correggere il tratto molto più facilmente.

2) Sii delicata

La prima cosa che farai istintivamente sarà tirare la palpebra per avere una base più liscia su cui muoverti. Io sono assolutamente contraria, la pelle intorno agli occhi è sottile e delicata. Se proprio non riesci diversamente cerca di tenere le dita più verso il sopracciglio.

3) Comincia dall'esterno

Sarà più facile tracciare la tua riga di eyeliner se tratteggerai la codina esterna prima. Disegna quindi il primo tratto, così potrai decidere anche l'altezza della tua coda, se in stile Winehouse o più sobria e sottile. Prosegui al contrario, esterno-interno e poi riempi di colore la tua riga.

4) Ripassa

Ora hai la tua base: per un colore più strong usa l'eyeliner liquido per ripassare la riga che hai disegnato con la matita.

5) Mai senza cotton fioc

Hai fatto un errore? Niente paura: immergi la punta di un cotton fioc nel tuo struccante di fiducia e correggi fino ad ottenere l'effetto che desideri.

6) Tieni gli occhi chiusi

Una volta che hai ottenuto la riga che ti piace ti prego, non sbattere violentemente gli occhi! Tienili chiusi fino a quando non sentirai che il liquido si sarà asciugato: eviterai l'effetto stampino.

7) A tutto c'è rimedio

La tua riga fa schifo anche se hai seguito questi consigli? Prima di lasciarti andare ad una crisi esistenziale del tipo: oh mio dio perché non ci riesco, ho le mani di biscotto usa uno sfumino e porta il colore verso l'alto e per la metà dell'arcata palpebrale: una riga di eyeliner ha in sé il potere nascosto di trasformarsi in uno smokey eye!


Ph. Federico Massimiliano Mozzano

Ph. Federico Massimiliano Mozzano

SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Beauty digital strategist, nella vita dentro l'internet prepara per le aziende più cool strategie digitali con l'eyeliner. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti o scoprire cose del suo lavoro qui. Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

#BuyNothing: basta agli acquisti compulsivi!

trucchi1.jpg

Care amiche e amici del trucco e parrucco,

oggi voglio parlarvi di un argomento straordinariamente serio: il consumo consapevole di make up e affini.

Se siete come me sono certa avete una scarsa resistenza quando vi ritrovate in profumeria o presso catene che vendono oggetti di piacere per pittarci con gioia. Questa scarsa resistenza, che pure fa girare l’economia, ci porta spesso ad accumulare una quantità immane di prodotti di bellezza, spesso molto simili a quelli che possediamo già.

Se guardo nei miei beauty case (sì, parlo al plurale, pure voi?) mi ritrovo ad avere palette, mascara, blush, pennelli in quantità industriali: quasi tutti hanno gli stessi colori ma confezioni diverse. Se anche facessi per lavoro la make up artist non riuscirei comunque a smaltire tutto quello che ho comprato (e che continuo a comprare).

Per questo, qualche giorno fa, quando mi sono imbattuta in questo video tutorial di Santa Lisa Eldridge, ho mollato il rossetto e mi sono soffermata a riflettere.

Il titolo del video cita un hashtag, #BuyNothing. Nell’info box Lisa scrive così: “I’m feeling overwhelmed by the volume of makeup products launching daily and just wanted to create an everyday look using mainly ‘old faithful’ products.”

Afferma di sentirsi sopraffatta dalla quantità di prodotti beauty in uscita, che continua ad amare il make up (d’altronde lavora nell’ambito) ma ci invita ad usare quello che abbiamo già.

Facendo qualche ricerca riguardo l’hashtag mi si è aperto un mondo: esiste un Buy Nothing Day, di solito tenuto in un sabato di novembre, che propone ai consumatori di astenersi dallo shopping almeno per un giorno riflettendo sulle proprie abitudini d’acquisto.

Esiste un sito ufficiale e gruppi facebook che vanno al di là della semplice giornata: si ritorna un po’ al baratto, ecco, ad uno stile di vita sicuramente più sostenibile.

Trovo che sia interessante soffermarci su questo aspetto, sulla questione dell’accumulare: abbiamo vestiti, scarpe, trucchi, creme, libri che si nascondono nei nostri armadi, a cui non diamo attenzione, che spesso ci dimentichiamo di avere. Perché li compriamo? Come ci fa sentire tenere fra le mani un oggetto luccicante? Ha a che fare con la nostra autostima?

Ho pensato perciò di mettermi alla prova: dal 1 febbraio per un mese non comprerò nulla che sia legato alla bellezza (escluso tutto quello che riguarda l’igiene personale naturalmente!) farò una cernita dei miei prodotti beauty e mi truccherò scegliendone solo alcuni con lo scopo non solo di portarli a termine ma anche di sperimentare nuovi make up.

Che ne pensate? Siete con me? :)


tam.jpg

SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti. Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

5 prodotti beauty per combattere il freddo

inverno_post.jpg

Incredibile ma vero: è gennaio e fa freddo. Quest’anno persino a Roma siamo costretti a coprirci di più, non succedeva più o meno dal ‘45. Non farti cogliere impreparata: qui 5 prodotti beauty che ti aiuteranno a superare l'inverno mantenendo sempre la pelle morbida e idratata.

Struccaggio

Partiamo da qui: se la pelle è stressata dal freddo, ha poco senso usare prodotti aggressivi o sfregare con le salviettine (ti vedo che usi le salviettine, ti vedo, marrana!) per eliminare il trucco. Meglio uno struccaggio dolce. A questo proposito il burro struccante di Double B è una manna dal cielo: ti basta inumidire il viso con un po’ di acqua tiepida e massaggiare una noce di prodotto. Scioglie tutto: basta risciacquare e voilà, pelle morbidissima e pulita!

Crema viso

Avete presente quella orribile sensazione di pelle che brucia e tira? Per dirle addio prenditene cura usando una crema ricca e adatta a chi è più sensibile: si chiama Baume d’amour ed è ricca di malva e calendula.

Idratante labbra

Le labbra sono in pole position per quanto riguarda gli effetti del freddo: si screpolano rendendo impossibile l’applicazione di qualunque rossetto. Stendi una generosa dose di balsamo labbra, per me il Beeswax di Burt’s Bees è infallibile. E per carità di dio, butta via quell’orrido Labello!

Crema mani

Salvale! Indossa i guanti per proteggerle dal freddo e applica una crema ricca prima di andare a letto. A me piace moltissimo la Basis Sensitiv di Lavera che ha un leggerissimo aroma di limone.

Extra Tips: quando le mie mani sono molto provate le inumidisco con acqua tiepida e le “lavo” con poche gocce di olio di mandorle dolci lasciandole asciugare all’aria. Aiuta, giuro!

Crema riparatrice

Ok: non è bio, non ha un buon profumo e costa cara ma funziona sempre. La Eight Hour cream di Elizabeth Arden è il mio prodotto jolly per tutte le stagioni. La uso quando la situazione è grave (scottature, labbra e mani distrutte, irritazioni cutanee) e mi riporta alla normalità in poche ore.

E tu, hai dei segreti beauty per superare l’inverno? :)


tam.jpg

SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti. Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

 

Fenty Beauty di Rihanna: make up per tutti

Fenty Beauty.png

Se pensavate di cominciare con un make up detox questo autunno, fermatevi: c’è una nuova regina in città! Si tratta della Fenty Beauty, la nuova linea trucco ideata da Rihanna.

Inaugurata l’8 settembre nel mega store Sephora di Manhattan, ha tutte le carte in regola per mandarci su di giri e renderci, come sempre, più povere di prima.

Lo scopo che Rihanna si propone è quello di rendere il trucco a disposizione di tutti: 40 colorazioni differenti di fondotinta per coprire interamente il range delle carnagioni, da quelle albine a quelle più scure.

“Fenty Beauty was created for everyone: for women of all shades, personalities, attitudes, cultures and races. I wanted everyone to feel included. That’s the real reason I made this line” e finalmente direi. Per anni ho cercato fondi che fossero chiari abbastanza per la mia pelle: puntualmente mi ritrovavo a reinterpretare la parte di un Umpa Lumpa.

La linea al momento è dedicata tutta alla base:

- fondotinta  Pro Filt’r soft matt longwear, oil free, a lunga tenuta, ideale per sopportare afa e umidità,

- primer Pro Filt’r Instant Retouch, opacizzante e levigante,

- correttori e creme da contouring Conceal+Contour, con finitura opaca e leggerissimi,

- illuminanti Killawatt e stick Match Stix correttivi anche in variante shimmer, che restano comunque luminosi e discreti,

- cipria matt Invisimatte Blotting Powder, invisibile, che minimizza i pori,

- pennelli viso.

MR7A0817-3-copy-3.jpg

Il packaging è minimal e molto elegante: il colore è cipriato e olografico, un classicone che guardi per ore ipnotizzata. Gli stick e le creme correttive hanno una parte magnetica e una copertura di forma esagonale, insomma, un livello altissimo di instagrammabilità.

Il prodotto di punta, nonché il preferito di Rihanna, è l’illuminante in polvere pressata Trophy Wife: giallo oro, con una punta di verde. Una sola passata basta per rendersi visibili in tutto il quartiere.

I costi? Si passa dai 34$ del fondotinta ai 25$ degli stick viso, tutto sommato non troppo esosi.

Al momento la linea non è ancora disponibile in Italia ma potete comunque spendere i vostri danari online.

Consentitemi una nota professionale: trovo che il sito sia davvero costruito bene. In particolare è utilissimo lo Shade Finder che aiuta concretamente a scegliere la tonalità giusta per il proprio viso.

Se la voglio? Nì. Nonostante apprezzi moltissimo l’intento e il messaggio di Rihanna non sono tentata al punto tale da comprarli a scatola chiusa, perciò attendo di pucciare i miei ditini negli stand di Sephora Italia.

Un bravò! a Rihanna per l’impegno!


tam.jpg

SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti. Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

 

 

#JustFiveThings: i cinque indispensabili del mio make up

fashion-girl-makeup-paint.jpg

Da qualche tempo sul web impazza l’hashtag #JustFiveThings: le cinque cose indispensabili. Il sistema viene applicato a molti ambiti: bellezza, cucina, salute.

Oggi vi indico i miei cinque fondamentali del make up, immaginando di essere in un luogo dove non esistono delle Sephora.

Protezione solare

Ok, forse sono un po’ ossessionata ma la protezione solare salva la pelle da macchie, segni d’invecchiamento e malattie ben più gravi. Quest’anno ne ho provate diverse in versione spray, le trovo più pratiche. La mia preferita? E’ della Roche Posay: invisibile, non occorre spalmarla e protegge benissimo.

Mascara

Come si può rinunciare a delle ciglia scerbiattose? Anche senza ombretto e eyeliner, lo sguardo può essere vivo e aperto. Il mio prediletto del momento? Il Better Than Sex di Too Faced che con il suo scovolino a farfalla allunga e infoltisce.

Burro di cacao

Detesto le labbra secche e disidratate. Per questo sono una consumatrice folle di burrocacao: adesso sto utilizzando il Bee’s wax lip balm di Burt’s Bees alla cera d’api, anche come impacco notturno.

Correttore

Sono portatrice sana di occhiaie da che ne ho ricordo. Per questo, anche quando non indosso il fondotinta, cerco sempre di coprirle. Mi piace tantissimo il Lock It di Kat Von D, disponibile in una miriade di colori.

Acqua profumata

Va bene, non è proprio un pezzo di make up ma nella stagione calda non riesco a farne a meno: quelle della Frais Monde sono senza alcool, fresche e delicate.

 

Quali sono le vostre #JustFiveThings?


tam.jpg

SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

 

 

Make up adesivo: Violent Lips

lips

Con l’estate la voglia di truccarsi si riduce a zero: la sola idea di spennellarsi il viso con fondotinta, ombretti e quant’altro ci fa impazzire e aneliamo un minimo di abbronzatura che ci permetta di portare il viso nudo e magari, si spera, sudare un po’ meno.

Dagli Stati Uniti però, arriva una nuova tendenza: quella del trucco adesivo.

Le sorelle Isabella and Sophia Haddad hanno fondato nel 2011 la Violent Lips, azienda di make up tutta dedicata al trucco trasferibile, come concetto molto simile ai tatuaggi temporanei Paperself di cui vi avevo raccontato qui (sono bellissimi d’estate!).

La Violent Lips ha una serie di combinazioni di rossetti particolarissime e adesso alla collezione si sono aggiunti anche i trasferibili per gli occhi, a metà fra la linea di eyeliner Winehouse style e l’ombretto.

Usarle è semplicissimo.

Cosa vi serve? Un paio di forbici, del cotone inumidito con un po’ d’acqua, uno specchio e i vostri Violent lips/eyes.

Occorre prenderci la mano ma trovo che siano una bella soluzione in questi mesi caldissimi per dare un tocco di colore agli occhi e alle labbra.

Durano dalle quattro alle otto ore e possono essere eliminati con l’uso di un olietto o semplicemente tirando via la stringa.

Sul loro sito, oltre alla lista di prodotti, trovate anche dei mini tutorial che vi aiutano ad applicarli al meglio.

I prodotti non sono testati sugli animali, sono adatti ai vegani e sono prodotti al cento per cento negli Stati Uniti.

Potete acquistarli online sul loro sito o nelle Sephora statunitensi.

Chi l’avrebbe mai detto che appiccicare le figure sull’album di Beverly Hills sarebbe tornato utile un giorno!


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Jamsu: il segreto per un make up perfetto

Cari lettori, lettrici, amici, cugini e parenti lontani,

oggi voglio raccontarvi di come il mondo del beauty coreano sia diventato una trappola mortale per la sottoscritta. Ci sono novità? Le devo provare. Ci sono prodotti assurdi che promettono di tornare giovane in sette minuti? Li devo avere e via dicendo.

Di recente mi sono imbattuta in una tecnica, quella del Jamsu, che promette di fissare il trucco per molte, moltissime ore. Chi di noi non sogna di avere un incarnato perfetto mentre fuori impazzano millemila gradi e ci sentiamo vicini all’aldilà?

Che cos’è il Jamsu

Jamsu, che significa immersione, è una tecnica che prevede di affondare il viso nell’acqua gelata per 30 secondi dopo averlo cosparso di cipria fissante o di borotalco, affinché il make up abbia una resa e una durata altissime. Promette pelle perfetta, pori ridotti e un effetto flawless: il fondotinta si fonderà con la pelle e apparirà molto più naturale.

Proviamoci insieme!

  • Detergete il viso come al solito e procedete con l’applicazione delle vostre creme. Non dimenticate la protezione solare, mi raccomando.
  • Ora è il momento di truccarsi: preparate la vostra base viso con correttore, fondotinta e blush. Lasciate gli occhi e la bocca struccati.
  • Tirate indietro i capelli e avvolgete la fronte con una fascia: non vogliamo dover perdere tempo a ritoccare la piega!
  • Ora comincia la fase Art Attack: prendete del borotalco (io lo sconsiglio, lo trovo irritante e occlusivo) oppure della cipria HD trasparente (quella che di solito si presenta bianca) e applicatela grossolanamente sul viso con l’aiuto di un pennello o di una spugnetta. L’effetto dovrà essere di viso imbiancato.
  • Al mio tre, immergete il volto in una bacinella che avrete riempito con acqua fredda, freddissima per circa 30 secondi, stando bene attenti a bagnare anche i laterali e la fronte. Pronti? Uno, due e tre!
  • Tamponate delicatamente con una salvietta: non strofinate, non toccate con le mani, siate clementi. Quando il viso sarà asciutto, eliminate gli eventuali residui di cipria rimasti con un pennello. Voilà! Adesso siete pronti per truccare gli occhi e la bocca e definire il vostro make up.

Personalmente, sconsiglio questo metodo a chi ha una pelle molto secca e lo riserverei solo a occasioni speciali (anche perché il procedimento è molto lungo)

Fatemi sapere se l’avete provato e quali sono le vostre impressioni <3


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Cinque manuali utili per chi ama il makeup

Stanca dei soliti tutorial su youtube? Guardi le tue innumerevoli palette e pensi che vorresti imparare ad usarle come i grandi professionisti del make up? Bene! Qui trovi un elenco di cinque libri utilissimi per chi ama il trucco e vuole sperimentare senza fare pasticci.


Bobby Brown Makeup Manual

Bobbi Brown è una famosissima truccatrice americana, fondatrice e CEO della linea Bobbi Brown Cosmetics. Nel 1991 lancia la linea Bobbi Brown Essentials, che viene subito acquisita dalla Estee Lauder. Insomma, la nostra amica Bobbi non è la prima arrivata. Questo manuale nasce per, come recita il titolo, For Everyone from Beginner to Pro; insomma, proprio tutte possiamo imparare a truccarci come si deve. Il manuale è agile, pieno di fotografie e piccoli tricks da attuare.

Jemma Kidd Make-up Masterclass

Jemma Kidd è una make up artist londinese: ha lavorato moltissimi anni nel fashion system e infine ha fondato una scuola di formazione per truccatori, oltre ad aver commercializzato una sua linea cosmetica. Questo libro viene considerato la bibbia del make up ma è più adatto a chi ha già le conoscenze di base. Contiene moltissimi consigli per la cura della pelle e una sezione tutta dedicata alla tipologia di trucco adatta alle varie ore della giornata.

Kevin Aucoin, Making faces

La storia umana di questo truccatore, a prescindere dalla sua incredibile bravura, è molto toccante. Bullizzato a scuola, rifiutato dai genitori perché omosessuale, subì violenze di ogni tipo. Dopo il suo trasferimento a NY lavorò per Vogue, Cosmopolitan, Allure, Revlon, Shiseido, fino a creare un suo marchio cosmetico. Questo libro è ricco di fotografie dalle quali prendere spunto e nonostante sia un po’ datato, conserva un fascino unico.

Elisa Eldridge, Face Paint

Di Lisa sappiamo praticamente tutto: beauty guru di successo su youtube, adesso direttore creativo della maison Lancome, ha pubblicato questo libro lo scorso anno. Non è un manuale ma un vero e proprio viaggio nella storia del make up, dagli egizi a oggi, permette di comprendere l’incredibile crescita che c’è dietro la bellezza.

Francois Nars, Makeup Your Mind: Express Yourself

Fotografo e truccatore francese, Francois Nars ha collaborato con Richard Avedon, Anna Sui, Versace e Marc Jacobs. Nel 1993 ha fondato la Nars Cosmetics e sì, ormai al nome Orgasm colleghiamo tutte il suo celeberrimo blush. Il manuale è perfetto per prendere ispirazione ed è molto visuale.


A voi piacciono i libri di make up? Io li comprerei tutti!


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Nipples&lipstick: l'accoppiata vincente per scegliere il tuo nude perfetto

Noi donne veniamo messe alla prova ogni giorno. Ogni giorno siamo costrette a misurarci con grandissimi problemi, con problemi devastanti. I miei tre jolly?

  1. Perché ogni volta che vado dal parrucchiere poi piove anche se il meteo dava bel tempo per tutto il mese?

  2. Che significa quella maledetta emoji dopo un messaggio composto da centinaia di parole?

  3. Perché non riesco a trovare un rossetto nude che non mi faccia sembrare Laura Palmer?

Se anche voi mie care lettrici vi ritrovate a dover risolvere questi inconvenienti, beh, mi dispiace, ho la risposta solo per una di queste domande. Ché comunque è meglio di niente, dai.

Situazione tipo: siete in un negozio che vende prodotti di make up, alla ricerca del Sacro Graal, il rossetto nude per eccellenza, quello che fa sembrare le labbra polpose e naturali, morbide e setose e per niente truccate. L’espositore prevede centinaia di nuance.

Che fate? Tirate su la manica e cominciate a devastarvi il braccio con tutte le sfumature con il risultato di sentirvi ancora più confuse di prima e chiedendo disperate alle commesse una salviettina struccante che non strucca assolutamente nulla.

Oggi dico basta all’indecisione! Oggi dico SOLLEVATE LA MAGLIETTA AMICHE! A quanto pare il nude perfetto per le nostre labbra è quello che più somiglia al colore dei nostri capezzoli, la parte più in linea con il sottotono della nostra pelle.

L’ha dichiarato il dottor Travis Stork durante la puntata di un noto show televisivo americano, The Doctors. Osservando il colore dei suoi capezzoli ha perfettamente azzeccato la nuance adatta. Qui la clip della puntata.

Simpatici metodi a parte: nei giorni scorsi (19-20-21 maggio) a Roma si è tenuta la Race for the cure, l’evento simbolo della Susan G. Komen Italia, organizzazione che opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno su tutto il territorio nazionale. Si tratta di una manifestazione di tre giorni ricca di iniziative dedicate a salute, sport, benessere e solidarietà che culmina con la tradizionale corsa di 5 km e la passeggiata di 2 km. A caratterizzare l'evento è la presenza delle “Donne in Rosa”, donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che, per lanciare un messaggio positivo, scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa. La prevenzione del tumore del seno deve cominciare a partire dai 20 anni con l'autopalpazione eseguita con regolarità ogni mese. E' indispensabile proseguire con controlli annuali eseguiti dal ginecologo o da uno specialista senologo affiancati alla mammografia biennale dopo i 50 anni o all'ecografia, ma solo in caso di necessità, in donne giovani. 

Tornando ai rossetti ora, amiche, non ci resta che provare: free the nipple!

 


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Kat Von D: prendi i miei soldi, sono tua

C’è stato un tempo in cui passavo i pomeriggi ad ammirare la signora Kat Von D in tv che tatuava gente. Quella donna ha rappresentato la seconda girl crush della mia vita (la prima è stata Skin degli Skunk Anansie). Ora la cara Kat ha deciso di rendermi una donna povera: finalmente la sua linea di make up, Kat Von D Beauty, è sbarcata in Italia da Sephora.  Perché sono spinta a donarle tutti i miei averi e a intestarle una casa a sua insaputa?

Tre motivi:

  • L’intera linea non è testata sugli animali. Molti prodotti sono adatti anche ai vegani. In generale, gli inci sono ben curati.
  • La varietà di colori è vastissima: accontenta praticamente tutti, dalle super darkettone alle amanti del nude look.
  • Il packaging è super! (lo so, ho un problema con le confezioni, invadono il mio bagno ma che ci volete fare, a ognuna il suo)

Per scoprire tutti i prodotti della linea basta un giro da Sephora, online e non: io provo a consigliarvi tre prodotti che secondo me vale la pena di provare.

Fondotinta e correttore Lock-It

I fondotinta sono la parte più rilevante dell’intera collezione. Per la varietà di colorazioni innanzitutto: 30, suddivisi per sottotono, colori chiarissimi che sul mercato italiano sono praticamente una rarità, altissima copertura, no trasfert e tenuta estrema. Li trovate anche in versione compatta. Stessa storia per i correttori, 21 colori ultra pigmentati, anche loro suddivisi per sottotono. Grazie Kat, che ogni volta trovare fondo e correttore giusto è una lotta senza pari.

Shade+Light Eye contour Palette

All’apparenza può sembrare l’ennesima palette di colori naturali, una delle centoquarantamila che le case cosmetiche hanno prodotto e di cui i nostri beauty case sono pieni ma Miss D l’ha studiata in modo differente: queste non sono polveri colorate e basta, queste sono correttive, ideali per creare giochi di luci e ombre, proprio come quando si disegna (e si tatua) un volto. La texture è vellutata e ultrasottile, i colori più freddi possono essere utilizzati anche sul viso per realizzare il famoso contouring (sì, quello delle strisciazze marroni che vediamo su instagram). I colori si adattano a tutte le carnagioni e hanno un’ottima tenuta.

Everlasting liquid lipstick

Fiore all’occhiello della collezione, questi rossetti liquidi in 26 colorazioni (dal geranio al melanzana) promettono tenuta a prova di bomba. Non sbavano, si asciugano regalando una finitura matt ma non seccano le labbra.

E voi, avete già dato un’occhiata alla collezione? Cosa vi porterete a casa? :)


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Dubbi sul make up? Intervista alla MUA Melly Sorace

Ph. Marco Mignani

Ph. Marco Mignani

Chi mi conosce sa che sono una make up addicted ma anche una che non si accontenta. Nonostante sia fortemente attirata dal packaging dei prodotti e dalle novità, medito molto sui miei acquisti (tranne nei giorni di PMS, beninteso). Per questo ho pensato di intervistare una persona che con il make up ci lavora davvero e di farle qualche domanda. Ve la presento subito: lei è Melly Sorace!

Ha cominciato la sua carriera di make-up artist studiando alla MBA di Milano. Nel corso degli anni ha frequentato corsi di aggiornamento a Berlino, NYC e Milano e masterclass con celebri make-up artist internazionali: Rae Morris, BillyB, Kabuki, Francesca Tolot, Mathu Andersen. Ha collaborato con Diego Dalla Palma, Rajan Tolomei (XFactor) e Pablo Ardizzone (make-up school Shiseido). Ha realizzato video trend per Grazia.it e pubblicato make-up tutorial su donnamoderma.com, alfemminile.com, Star Bene. Attualmente collabora con importanti case cosmetiche e per alcune di loro si occupa anche di formazione. Per saperne di più spulciate il suo sito, Melly.it.

Ecco l’intervista. Enjoy!

1) Sappiamo tutte che per ottenere un buon make up è importante prendersi cura della pelle. Quali sono i trattamenti che consigli alle tue clienti?

Il segreto di una bella pelle è la costanza nella pulizia e idratazione. Sia che ci si trucchi oppure no, è importante pulire la pelle ogni sera e idratarla. Per scegliere i prodotti giusti bisogna conoscere il proprio tipo di pelle. In generale consiglio: un latte detergente e un tonico per il viso, uno struccante bifasico per gli occhi, una crema idratante più ricca la sera e una più leggera per la mattina. E’ importante utilizzare una crema contorno occhi dopo i 30 anni quotidianamente.

2) A breve sarà primavera! Quali sono i trend della stagione per quanto riguarda il make up?

Una pelle sana e luminosa. Per ottenerla in modo semplice basta idratarla, usare un fondotinta dall'effetto idratante e luminoso, un tocco di cipria e un correttore illuminante per i punti luce. Sugli occhi si possono usare tutte le tonalità del verde, dell’azzurro e dell’arancio. Sulle labbra il rosso la fa da padrone in tutte le tonalità, anche le più scure. Per osare si può giocare con l'applicazione di glitter sulle labbra.

3) Quali sono i prodotti di make up che secondo te non devono mai mancare nel beauty di una donna?

Gli immancabili cinque: fondotinta, cipria, mascara, blush e rossetto.

4) Su youtube e su instagram siamo subissati di video con applicazioni make up e trucchetti abbastanza estremi. Qual è in assoluto quello più sbagliato di tutti?

Ultimamente ho visto video allucinanti. Metodi di trucco 'inventati' solo per fare visualizzazioni. Un esempio? Quel metodo che suggerisce di inserire la spugnetta in lattice dentro un preservativo! Io credo che bisognerebbe avere più buon senso e spirito critico. Ci sono degli stili di trucco che variano anche per la cultura alla quale appartengono. In generale a mio avviso la cosa più sbagliata da fare è quella di usare tanto prodotto. Molti dei make-up che si vedono su YT sono realizzati per chi appare in video e non sono adatti alla vita quotidiana.

5) Quali sono i make up artist che più ammiri?

Michele Magnani, Letizia Maestri, Lucia Pieroni, Lisa Eldridge, Stephane Marais, Charlotte Tilbury, Rae Morris, Kabuki, Terry Barber, Charlotte Tilbury, Mary Greenwell e tanti altri.


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Sei account instagram per beauty addicted

Se come me siete delle beauty addicted, userete spesso instagram come spunto per i vostri look. Oggi vi segnalo sei account di famose make up artist che sicuramente vi ruberanno il cuore. State pronte con le ditine e followate!

Lucia Pica

Napoletana, classe 1976, è ora la make up artist globale del marchio Chanel e la Colour Designer della linea trucco. Ha truccato Keira Knightley e Kristen Stewart, giusto per fare due nomi a caso. Il suo profilo è pieno di suggestioni e make up eterei.

Beauty is boring

E’ un sito dedicato alla bellezza non convenzionale, fondato da Robin Black, make up artist e fotografa. Ricchissimo di immagini d’impatto, ha una sezione video tutorial estremamente patinata che fa venire voglia di comprarsi la qualunque.

Lisa Eldridge

Nostra signora del make up, tutto ciò che passa sotto le sue mani diventa perfezione. Nata come youtuber, adesso è la direttrice creativa globale del marchio Lancôme. Di recente ha pubblicato un libro Face Paint: the story of make up, la bibbia per le beauty addicted. Fa sembrare tutto incredibilmente semplice ma soltanto perché lei è bravissima.

Pat McGrath

La nostra Pat ha qualcosa come un milione e spicci di followers. E’ una delle make up artist più richieste al mondo, E’ il direttore creativo di P&GBeauty, lavora per Covergirl, Dolce & Gabbana e Max Factor. Ha una sua linea trucco sfavillante.

Sam Chapman Pixiwoos

Sam e Nic sono sorelle e make up artist. Hanno creato un canale youtube i cui video sono visualizzati da milioni di persone (io credo di aver contribuito parecchio). Sono imprenditrici: hanno fondato la Real techniques, azienda che vende la loro linea di pennelli trucco per il viso che hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Ida Ekman

Make up artist finlandese, tatuatrice e designer realizza make up particolarissimi, con un focus sugli occhi e le sopracciglia che diventano delle vere e proprie tele. Resto sempre incantata dalle sue foto, i miei cuori sono tutti per lei.

E voi, quali account beauty seguite?

 

 


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Aggeggi infernali per restare giovani: Pao Facial Fitness.

Cari lettori di questa rubrica, non so voi ma io resto sempre colpita e anche un po’ sconvolta dalle novità del settore beauty provenienti dal Giappone.

Quotidianamente leggo di oggetti mirabolanti atti a ringiovanire, a modificare, a rimpolpare, scolpire il viso che a quanto pare è la loro ossessione (e pure un po’ la nostra).

Capirete quindi la mia perplessità quando mi sono imbattuta nel Pao Facial Fitness, un aggeggio che regala zigomi definiti senza l’uso della chirurgia plastica.

Che cos’è? Il Pao, prodotto dalla Shlab, è molto simile a uno dei tanti attrezzi da fitness che possiamo trovare nelle corsie di Decathlon: un bastone di plastica con una specie di boccaglio, molto simile nella forma a quello delle maschere, e due contrappesi alle estremità laterali.

Come si usa? Eh, come si usa? Vi spatasciate in bocca questo boccaglio e con la disinvoltura che vi contraddistingue, cercando di non sembrare degli invasati, lo lasciate ondeggiare con la forza dei vostri muscoli facciali per un minuto al giorno.

Che risultati si ottengono? Il Pao promette guance definite e zigomi scolpiti e l’aumento della vostra autostima. Perché, diciamocelo, solo una persona con una grande forza d’animo può affrontare una tale sfida.

Quanto costa? Un sacco amici, un sacco, circa 122 euro. Ma volete mettere quanto risparmio? Volete mettere quanto sarà arricchito il vostro costume di Halloween per la prossima stagione? Sono certa che sarete fantastici.

Testimonial di questo attrezzo infernale il nostro carissimo Cristiano Ronaldo, conosciuto ai più non solo per la sua attività di calciatore quanto per la volumetria delle sue sopracciglia ad ala di gabbiano.

Siete ancora in tempo per aggiungerlo alla vostra wishlist natalizia, poi non dite che mi tengo tutto il meglio per me. Intanto vi lascio a godervi il video dimostrativo, dopotutto bisognerà pure trovare un modo per sopravvivere al lunedì.


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

 

Dieci regali natalizi per beauty addicted

Natale è il momento giusto per smaltire almeno una parte della wishlist composta appositamente dalla beauty addicted: un mare di link, di foto, di desideri che restano lì perché non siamo ancora milionarie (ma lo diventeremo) o perché nessuno capisce che non abbiamo bisogno di un altro aspirabriciole elettrico ma di rossetti, rossetti, rossetti!

Scrivo questo post come guida per i vostri parenti, amici, zii d’America, passanti: se quello che ho scelto rientra nei vostri gusti, sentitevi libere di condividerlo con tutti loro.

1) Carolina Herrera, Good Girl

Una fragranza che sa di mandorla e caffè, di gelsomino, di fava tonka racchiuso in un packaging che rappresenta uno stiletto killer altamente instagrammabile. Chi non lo vorrebbe?

2) Sephora, Calendario dell’Avvento

Aprire una casellina ogni giorno e trovarci un cosmetico da provare: una specie di sogno che diventa realtà. Cara Sephora, fanne uno per tutti i mesi e ti saremo grate per sempre.

3) Dior, The art of beauty

Un mega librone fotografico suddiviso per colori che racconta il percorso della maison tracciato lungo la via della bellezza assoluta. Perfetto per vantarsi con le amiche urlando: Questo ce l’ho, questo mi manca.

4) Lelo, Mia2

Un rossetto speciale.

5) My beauty box

Un abbonamento per 5 sorprese cosmetiche al mese: arriva a casa, si spacchetta e ci rende felici.

6) Real Tecninques, Set di pennelli

Mi state dicendo che avete abbastanza pennelli per il trucco? Non vi crederò mai. Questi si puliscono con facilità, asciugano altrettanto velocemente e sono belli belli in modo assurdo.

7) Foreo, Luna

Un dispositivo per la pulizia profonda della pelle incredibilmente delicato che aiuta a combattere i punti neri e rende il viso splendente. L’ho detto mille volte: prendersi cura del proprio viso è un investimento duraturo.

8) Muji, Maschere in tessuto coreane

Le nostre amiche coreane ne sanno a pacchi: usano questo tipo di maschere tutti i giorni.  Questo è un kit utilissimo da portare in viaggio o da utilizzare se avete problemi di allergie: il tessuto è compresso e potete imbibirlo di tutto ciò che vi piace. E costa poco ;)

9) Kiehls, Set skincare

Con queste creme potete andare sul sicuro: nei set trovate tutto ciò che vi serve per la vostra skincare routine quotidiana e potete scegliere quella che più vi si addice.

10) Mac, Sessione di trucco personalizzata

Quanto è fantastico avere qualcuno che non solo ti trucca ma ti spiega anche quali sono i passaggi da rifare a casa per valorizzarti al massimo? Funziona per appuntamento e il costo di ogni servizio è convertibile in prodotti dello stesso valore.

 

Ok, ce l’ho fatta. Adesso vado a inviare mail credibili a tutti i parenti.


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

L'oroscopo beauty: scopri il rossetto adatto al tuo segno zodiacale!

Io amo i rossetti. I rossetti sono l’apostrofo rosso e matt fra le parole Non ho voglia di mettermi l’ombretto e Il fondotinta mi ha stufato. Bastano da soli a ravvivare il viso e si possono ritoccare ovunque. Oggi, solo per le Riccio Lovers, io e Diana Nuzzo vi suggeriamo il lipstick perfetto per ogni segno.

Di Diana sappiamo che è un’ingegnere ma che non si nota troppo. Quando le chiedono come riesce a conciliare la logica degli studi con i segni zodiacali risponde: Facile, io sono dei Gemelli! Di me sapete già tutto e sì, sono del Toro.

Buona lettura!

ARIETE Ama essere la prima in tutto, è l’esploratrice che va dove gli altri ancora non sono andati. Onesta e diretta fino al punto di essere brusca, è coraggiosa e intraprendente, ma raramente riflette prima di agire. Il suo rossetto ideale è rosso, a lunga durata e che non lascia tracce: il liquid lipstick in Strawberry di Anastasia Beverly Hills.

TORO Calma, riflessiva, ama i ritmi naturali, la lentezza e contaminare le cose il meno possibile. Ama il lusso, l’arte e il bello, anche fine a sé stesso. Ha grande pazienza e bisogno di fare le cose con i suoi tempi. Il suo rossetto ideale ha un packaging lussuoso: perfetto il Rouge G de Guerlain nel colore Garconne.

GEMELLI Divertente, mutevole, ama parlare, scrivere, intrattenere con leggerezza. Inizia dieci libri e non ne finisce nessuno. Fa lo stesso con trucchi e vestiti. Si annoia facilmente e vuole sperimentare novità. Il suo rossetto ideale è un lipgloss, colorato e sfaccettato che può miscelare o cambiare con semplicità: il Nars Lipgloss in Easy lover è perfetto.

CANCRO Timida, introversa ed emotiva, ama ciò che casalingo, familiare. L’umore è mutevole e spesso lunatico, tendente a fare sogni o a comunque a crederci molto. Sa accudire e fare sentire “a casa” quelli della sua cerchia di affetti. Il Rouge Dior Baume in Spring dona brillantezza e colore ma al tempo stesso nutre le labbra per attirare l’attenzione con discrezione.

LEONE La regina dello zodiaco e che nessuno provi a dire il contrario. Solare, ambiziosa, sa lavorare sodo per ottenere ciò che vuole. Ama sentirsi la migliore e fare ingressi trionfali adornata di abiti vistosi e gioielli. Il suo rossetto ideale è il prezioso Rouge Volupté di YSL in Rouge Muse: colore caldo e brillante e astuccio da vera diva.

VERGINE Caparbia, persistente, sofisticata, di carattere riservato e capace di conversazioni di alto livello. Ama essere precisa e avere il controllo della situazione. Salutista ed amante dell’ecologia, preferisce prodotti naturali e semplici. Il suo rossetto ideale è un classico intramontabile, il Russian Red di MAC: tenuta estrema, versione matt, è una garanzia.

BILANCIA A suo agio nel lusso è dotata di eleganza ed è estremamente attenta alla forma e ai convenevoli. Dotata di gusto estetico, ama l’armonia, odia litigi e contrasti e soprattutto odia fare brutta figura in pubblico. Un’unica parola, Rouge Allure di Chanel: effetto seconda pelle, elegantissimo in Seduisante, fondente.

SCORPIONE Passionale e incapace di mezze misure, dotata di grande astuzia e ambizione per raggiungere i propri obiettivi. Imperscrutabile e misteriosa agli occhi altrui, sa captare e intuire le mosse degli altri in anticipo. Nero, borchiato, a effetto tatuaggio: lo Studded Lipstick di Kat Von D in Bachelorette vestirà le sue labbra nel modo giusto.

SAGITTARIO Ottimista, entusiasta e iperattiva, parla spesso prima di ragionare, ma lo fa con grande onestà. Ha uno spirito avventuroso, ama stare in compagnia, conoscere altre culture, altri paesi e viaggiare. Il Passion Duo gloss Fusion di Dolce e Gabbana in Incognito  è il suo: contiene un’anima morbida che arricchisce il colore e rende le labbra come un frutto polposo, esotico.

CAPRICORNO Tenace, perseverante, sempre piena di risorse personali e materiali. Agisce da sola e non accetta di avere superiori a sé o capi. Vive nel qui e ora, ama la solidità e le cose che possono durare nel tempo. Il Pure Color Envy di Estee Lauder in Insolent Plum ha una texture ricca, un colore potente che regala suggestioni e ha una tenuta perfetta da mattina a sera.

ACQUARIO Brillante, originale, anticonformista e un po’ hippie. Proiettata verso il futuro e sempre in anticipo sui tempi fino al punto di non essere spesso capita. Idealista fino all’estremo, senza compromessi. Per lei un rossetto pieno di fiori: i Kailijumei cambiano colore a seconda della temperatura delle labbra e sono un piccolo gioiellino pratico da usare e portare sempre in borsetta.

PESCI La più sognatrice di tutti, introversa, romantica, la sirena dello zodiaco guidata quasi esclusivamente dalle sue emozioni. Altruista, creativa e dotata di grandi doti artistiche, ama allontanarsi dalla realtà e creare un mondo immaginario tutto suo. Labbra metalliche e seducenti: il Velvetines Liquid Lipstick metallic di Lime Crime in Posh è il colore perfetto per giocare alla regina della galassia.

Mani marker: un evidenziatore-smalto per la vittoria!

Dite la verità: anche voi sui banchi di scuola avete usato l’evidenziatore fluo per colorarvi le unghie! Lo abbiamo fatto tutte, con risultati piuttosto discutibili.

Chi avrebbe mai detto che con quel gesto avremmo precorso i tempi?

La Ciaté London, già creatrice dello smalto caviar, si è inventata il Mani Marker.

Si tratta di un vero e proprio smalto-evidenziatore che rivoluziona completamente la stesura e la gestualità alla quale siamo abituate.

Si impugna come un pennarello, ha la punta larga e angolata ed è perfetto per evitare sbavature e piccole imperfezioni. Usarlo è un gioco da ragazze: è sufficiente agitarlo a tappo chiuso e spingere leggermente lungo il corpo dell’evidenziatore fino a quando la punta non si sarà colorata del tutto. Basta premere con delicatezza sull’unghia per ottenere una nuance piena e corposa, effetto lacca. L’asciugatura è veloce.

Quello che lo rende fantastico è il suo pigmento opaco, studiato appositamente per non lasciare segni sulla pelle. Niente sbaffi, niente errori, niente cuticole imbrattate, niente mosse di karatè per ripulirsi le dita: una specie di sogno ad occhi aperti.

È disponibile in una grande varietà di colori, dal rosso classico fino alle tonalità più scure come il blu cobalto. Per acquistarlo basta cliccare qui, solo dodici sterline vi separano dal vostro evidenziatore magico, ma attenzione: è quasi sempre sold out! Tenetelo d’occhio.

Se lo smalto spray non mi aveva mai convinta del tutto, questo mi ha rubato il cuore.

Sul profilo instagram del marchio trovate anche i video per l’applicazione, io ho scelto questo che mi sembra a prova di Impedita.

Non abbiamo più scuse ormai, unghie laccate per tutte!

 

Addio pioggia, benvenuta piega perfetta!

Succede sempre così: quelle mattine in cui ti svegli due ore prima per dedicarti alla piega che, miracolosamente, risulta perfetta, quelle mattine in cui hai prenotato dal parrucchiere perché oh, il tuo caschetto se lo merita di essere liscio come se non ci fosse un domani, per una qualche legge assurda o per quella di Murphy, puntualmente piove.

E non una pioggerella leggera, gestibile, ma un vero e proprio diluvio che nemmeno un prodotto anticrespo da mille mila milioni di soldi può affrontare.

E ti ritrovi così a piangere, con i capelli a spumone, nel bagno dell’ufficio a cercare di salvare il salvabile per poi ripiegare su una coda o uno chignon improvvisato.

A questo devono aver pensato quelli di Louvelle, azienda del settore luxury australiana, che ha rinnovato completamente il concetto di cuffia per la doccia, trasformandola in un turbante super cool da sfoggiare nei giorni di bad hair o quando, appunto, avete l’esigenza di mantenere la piega perfetta.

Sono realizzate in tessuto elasticizzato con un rivestimento waterproof, si adattano alla misura e alla quantità di capelli di ognuna e sono disponibili in diverse stampe, più classiche o più colorate, a seconda del vostro look. Hanno un packaging retro adorabile che vi farà dimenticare il loro costo, circa 40 dollari. Sono perfette da tenere in borsetta e da sfoggiare all'evenienza.

Addio cuffie orrende rubate in hotel, da oggi Louvelle per tutte!

 

Inversion method: Raperonzolo is in the house

Diciamoci la verità: dentro ognuna di noi sogna di essere Raperonzolo.

Capelli lunghissimi e fluenti sono perfetti per realizzare trecce, chignon, beach waves. Invece ci ritroviamo con quella mezza lunghezza che quando abbiamo scelto di farla ci sembrava una grandissima idea, mentre ora prendiamo integratori, accendiamo ceri alla madonna (si sa che le madonne hanno tutte i capelli lunghi), ci pettiniamo piano per non perderne nemmeno uno.

A quanto pare un modo per allungare i nostri capelli c’è e si chiama Inversion Method.

Si tratta di massaggiare con l’aiuto di un olio nutriente lo scalpo e poi restare a testa in giù per quattro minuti, una settimana al mese. Detto così sembra una specie di rito catartico ma insomma, noi ci proviamo ugualmente, metti che funziona!

Naturalmente se siete in dolce attesa, avete la sciatica, la cervicale, la pressione bassa, lasciate perdere e tornate all’idea del cero e degli integratori.

Quello che vi serve, come dicevo, è un olio nutriente: di cocco, di argan, d’oliva, di mandorle. Scegliete quello che vi piace di più.

Scaldatelo leggermente a bagnomaria e quando sarà tiepido, distribuitene una piccola quantità sullo scalpo, aiutandovi con un contagocce o con un dispenser dotato di beccuccio (come quelli per la tinta).

Fate partire un timer (un minuto di massaggio, trenta secondi di pausa, fino a dieci minuti) e cominciate a massaggiare la cute. In questo modo stimolerete la circolazione sanguigna e, a quanto pare, anche la crescita dei capelli. Fffffatto?!? Mettetevi a testa in giù per quattro minuti e mandate un messaggio d’amore ai nutrienti che stanno viaggiando lungo i vostri bulbi.

Secondo questo metodo, dovreste evitare di lavarvi i capelli dopo, quindi meglio farlo alla sera e procedere allo shampoo la mattina dopo, così da lasciare in posa l’olietto che va benissimo anche come maschera ristrutturante. Online è tutto un tripudio di: ommioddio, guarda, sono Pocahontas!

Noi vogliamo forse essere da meno? Vado subito a misurarmi il ciuffo.

 

Non è per sempre. Tatuaggi temporanei Paperself

Ho un serio problema con l’espressione “per sempre”. Mi viene un tic all’occhio quando la sento e voglia di fuggire via lontano. Ecco perché non ho mai pensato di tatuarmi anche se apprezzo moltissimo quest’arte e osservo ammirata chi decide di fare del proprio corpo una tela.

Ci sono molti modi, come diceva qualcuno e provare dei tatuaggi temporanei potrebbe essere una buona idea, prima di decidere se ci sentiamo pronte a qualcosa di definitivo.

Paperself, azienda britannica che già conosciamo per le mitiche ciglia finte di carta, delle vere e proprie opere d’arte, si è lanciata nel magico mondo dei temporary tattoo, con una gamma variegatissima di soggetti che accontenta praticamente tutti i gusti.

Ci sono gattini, fiocchi, bracciali metallizzati (che risaltano perfettamente con l’abbronzatura), fiori, piume, farfalle, ancore… di tutto di più!

Applicarli è facilissimo: scegliete la zona, pulite e asciugate la pelle e applicate il disegno tamponandolo con un batuffolo inumidito di acqua, esattamente come i trasferelli della nostra infanzia!

I tattoo sono waterproof e la loro durata varia dai due ai quattro giorni. Possono essere rimossi facilmente utilizzando acqua calda e sapone. Si acquistano online dal sito ufficiale che invia anche in Italia, i prezzi variano a seconda della grandezza ma ci sono anche dei multipack molto convenienti.

Pronte a fare concorrenza a Kat Von D? 


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti
Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.

Leggi tutti i post di Tamara!