giappone

Riccio in Japan: ecco com'è andata!

26239645_1752030641495996_109391719692606007_n.jpg

Dall’11 al 22 gennaio le nostre adorate Alessandra e Laura sono state in Giappone per realizzare uno shooting esclusivo con Munenari Maegawa.

Munenari Maegawa è un giovanissimo artista, fotografo e graphic designer giapponese che si occupa di moda e styling, avvalendosi della collaborazione di make up artist di grido e stylist internazionali.

Ecco cosa ci hanno raccontato di questa fantastica esperienza.

Laura: “Appena arrivate a Tokyo mi è sembrato di entrare in un’altra dimensione. Tutto è curato nei minimi dettagli: dalla città all’abbigliamento delle persone, al cibo, all’organizzazione del lavoro. Ero preoccupata all’idea di dover lavorare con persone dalla cultura completamente diversa dalla nostra ma ci hanno accolti benissimo e messo totalmente a nostro agio.

Abbiamo realizzato il nostro shooting lavorando sulle parrucche: per me è stata un’esperienza totalmente nuova. Quando tagli e realizzi uno styling su parrucca è completamente diverso: i capelli si muovono diversamente e cadono sul viso in modo particolare. Mi è molto piaciuto il senso di rispetto e dovere che hanno verso il lavoro: rispettano i tempi e gli spazi altrui pur rimanendo estremamente creativi.”

Alessandra: “Ogni persona creativa dovrebbe vivere un’esperienza a Tokyo. Basta attendere la metropolitana per sentirsi subito in un saggio di moda e cultura. A Tokyo non esistono i trend: tutti si vestono e si pettinano a seconda del loro gusto, del loro umore. Pur essendo molto legati alla loro cultura, molto rispettosi, nello stile amano osare, innovarsi.

Avevo già lavorato sulle parrucche quando rivestivo il ruolo di caporeparto per la Premiata Ditta. Ho imparato però cose nuovissime e apprezzato molto l’energia che si è instaurata con il gruppo di lavoro. Tutto si è mosso con uno spirito di grande condivisione, di semplicità, senza inutili gerarchie: l’intento era finalizzare un’idea e lasciare esplodere la creatività. Flavia ci ha aiutato tantissimo nell’azzerare le barriere culturali. Sono molto grata di aver lavorato con un team così speciale”

Hanno realizzato due shooting, ideati prima su moodboard: uno partito dall’idea del nostro logo, una donna con i capelli super ricci e l’altro invece in contrasto, sia per i colori che per le geometrie.

La prima modella ha i capelli ricci e super vaporosi ma i colori sono pastello, chiari, luminosi, eterei.

La seconda modella invece ha colori più scuri, un taglio più rigoroso e più grafico.

Alessandra e Laura hanno avuto l’onore di collaborare con Kenji Matsushita, stylist, Munenari Maegawa, fotografo, Yukihisa Murayama, stylist e Chihiro Yono, fashion stylist.

Godetevi la gallery con i momenti salienti del viaggio e dello shooting!

Grazie sempre per il vostro sostegno: どうもありがとう


Aggeggi infernali per restare giovani: Pao Facial Fitness.

Cari lettori di questa rubrica, non so voi ma io resto sempre colpita e anche un po’ sconvolta dalle novità del settore beauty provenienti dal Giappone.

Quotidianamente leggo di oggetti mirabolanti atti a ringiovanire, a modificare, a rimpolpare, scolpire il viso che a quanto pare è la loro ossessione (e pure un po’ la nostra).

Capirete quindi la mia perplessità quando mi sono imbattuta nel Pao Facial Fitness, un aggeggio che regala zigomi definiti senza l’uso della chirurgia plastica.

Che cos’è? Il Pao, prodotto dalla Shlab, è molto simile a uno dei tanti attrezzi da fitness che possiamo trovare nelle corsie di Decathlon: un bastone di plastica con una specie di boccaglio, molto simile nella forma a quello delle maschere, e due contrappesi alle estremità laterali.

Come si usa? Eh, come si usa? Vi spatasciate in bocca questo boccaglio e con la disinvoltura che vi contraddistingue, cercando di non sembrare degli invasati, lo lasciate ondeggiare con la forza dei vostri muscoli facciali per un minuto al giorno.

Che risultati si ottengono? Il Pao promette guance definite e zigomi scolpiti e l’aumento della vostra autostima. Perché, diciamocelo, solo una persona con una grande forza d’animo può affrontare una tale sfida.

Quanto costa? Un sacco amici, un sacco, circa 122 euro. Ma volete mettere quanto risparmio? Volete mettere quanto sarà arricchito il vostro costume di Halloween per la prossima stagione? Sono certa che sarete fantastici.

Testimonial di questo attrezzo infernale il nostro carissimo Cristiano Ronaldo, conosciuto ai più non solo per la sua attività di calciatore quanto per la volumetria delle sue sopracciglia ad ala di gabbiano.

Siete ancora in tempo per aggiungerlo alla vostra wishlist natalizia, poi non dite che mi tengo tutto il meglio per me. Intanto vi lascio a godervi il video dimostrativo, dopotutto bisognerà pure trovare un modo per sopravvivere al lunedì.


SHUT UP AND TAKE MY MAKE UP! COME ESSERE SE STESSE MA MEGLIO

di Tamara Viola

Una donna dalla chioma sobria. Socializza molto, online e offline. Puoi leggere i suoi deliri su Citazionisti Avanguardisti.

Nel tempo libero si imbelletta, legge e fa parlare i biscotti.