eventi roma

Vogliamo sentire la tua voce! #Sal8: Bellezza

500x425 post sito bellezza.jpg

Vogliamo sentire la tua voce! Sarai dei nostri?

Giovedì 28 marzo alle 19.00 ci sarà il nuovo incontro di #Sal8. Il tema? La bellezza.

Conosci già #Sal8?

Da sempre crediamo e incoraggiamo la libertà di espressione e l’unicità di ognuna come fonte di ricchezza collettiva: per questo Sal8 è il primo spazio libero femminista al 100%, il primo tenuto in un salone di parrucchiere, un luogo che invita a parlare di sé, a esporsi, a dire la propria.

Abbiamo deciso di darti ancora più spazio e di renderti protagonista: cerchiamo sei donne che vogliano mettersi in gioco e raccontare la loro esperienza personale.

Sei donne, dieci minuti di tempo per raccontarsi e aprire poi a tutte la conversazione. Il tema di questo incontro è, appunto, la bellezza.

Ci stai? Per candidarti ti basta inviare una mail a info@ricciocapriccio.com e raccontarci brevemente la tua storia entro il 23 marzo. Fra tutte le candidature ne sceglieremo sei che saranno le protagoniste della serata.

Vogliamo sentire la tua voce: ti aspettiamo il 28 marzo alle 19.00 in via di San Giovanni in Laterano, 142.

Con noi a moderare l'incontro ci sarà Alessandra Di Pietro, giornalista e grande amica di Riccio.

L’ingresso è gratuito e riservato ad un pubblico femminile.

Per prenotare il tuo posto ti basta inviarci una mail (info@ricciocapriccio.com) indicando il tuo nome e un recapito telefonico.

Non vediamo l'ora di abbracciarti!

[Ti piace questa grafica? L'ha realizzata per noi Alessandra Meneghello, che è bravissima]


Vogliamo sentire la tua voce!

500x425sito_def_autostima.jpg

Vogliamo sentire la tua voce! Sarai dei nostri?

Giovedì 31 gennaio alle 19.00 comincia la nuova stagione di #Sal8. Il tema? L'autostima.

Conosci già #Sal8?

Da sempre crediamo e incoraggiamo la libertà di espressione e l’unicità di ognuna come fonte di ricchezza collettiva: per questo Sal8 è il primo spazio libero femminista al 100%, il primo tenuto in un salone di parrucchiere, un luogo che invita a parlare di sé, a esporsi, a dire la propria.

Abbiamo deciso di darti ancora più spazio e di renderti protagonista: cerchiamo quattro donne che vogliano mettersi in gioco e raccontare la loro esperienza personale.

Quattro donne, dieci minuti di tempo per raccontarsi e aprire poi a tutte la conversazione. Il tema di questo incontro è, appunto, l'autostima.

Ci stai? Per candidarti ti basta inviare una mail a info@ricciocapriccio.com e raccontarci brevemente la tua storia entro il 27 gennaio. Fra tutte le candidature ne sceglieremo quattro che saranno le protagoniste della serata.

Vogliamo sentire la tua voce: ti aspettiamo il 31 gennaio alle 19.00 in via di San Giovanni in Laterano, 142.

Con noi a moderare l'incontro ci sarà Alessandra Di Pietro, giornalista di Gioia! e autrice di Mamma mia! Il metodo italiano per crescere bambini felici e genitori sereni.

L’ingresso è gratuito e riservato ad un pubblico femminile.

Per prenotare il tuo posto ti basta inviarci una mail (info@ricciocapriccio.com) indicando il tuo nome e un recapito telefonico.

Non vediamo l'ora di abbracciarti!

[Ti piace questa grafica? L'ha realizzata per noi Alessandra Meneghello, che è bravissima]


Sal8 - I tabù sessuali

sito_500x425_Sal8.jpg

C'è un invito speciale per te! Sarai dei nostri?

Giovedì 12 aprile alle 19.00 ci sarà il nuovo incontro di #Sal8. Parleremo di tabù sessuali.

Conosci già #Sal8?

Lo scorso febbraio abbiamo inaugurato la prima stagione di #SAL8, un nuovo format che ospitiamo, un luogo dove si parla senza pregiudizi e stereotipi degli argomenti che toccano la vita di ognuno di noi, mettendo in campo idee nuove.

Abbiamo trattato di maternità surrogata, di capelli sotto il velo, di giustizialismo e garantismo, di hate speech e in tutte le occasioni la partecipazione è stata attenta e generosa.

Da sempre crediamo e incoraggiamo la libertà di espressione e l’unicità di ognuna come fonte di ricchezza collettiva: per questo Sal8 ha cambiato veste e si è trasformato nel primo spazio libero femminista al 100%, il primo tenuto in un salone di parrucchiere, un luogo che invita a parlare di sé, a esporsi, a dire la propria.

Per farlo abbiamo chiesto la collaborazione di Tuba Bazar, la libreria delle donne che si trova in via del Pigneto 39 a Roma.

Il secondo incontro “Sal8 - I tabù sessuali” vuole darti l’occasione di confrontarti con altre donne sulla sfera della sessualità, sui tabù, le paure, le fantasie inconfessate, le ansie, i sensi di colpa, retaggi socio-culturali che spesso ci fanno sentire in imbarazzo e ci costringono a fingere e mentire sui nostri reali desideri.
Vogliamo sentire la tua voce: ti aspettiamo il 12 aprile alle 19.00 in via di San Giovanni in Laterano, 142.

Con noi saranno Alessandra Di Pietro, giornalista di Gioia!, Viola Lo Moro, socia di Tuba, libreria delle donne, Anita Dadà, fotografa e Mistress, Tiziana Russo, fondatrice di Zou Zou - Sensual Entertainement e special guest Slavina, porno attivista.

L’ingresso è gratuito e riservato ad un pubblico femminile.

Per prenotare il tuo posto invia una mail a info@ricciocapriccio.com newsletter indicando il tuo nome e un recapito telefonico.

Se hai voglia di invitare le tue amiche condividi questo post oppure usa l'evento che abbiamo creato sulla nostra pagina facebook.

Non vediamo l'ora di abbracciarti!

[Ti piace questo invito? L'ha realizzato per noi Alessandra Meneghello, che è bravissima]

Il Club delle Impedite: un ultimo con-turbante appuntamento

Con la riunione di ieri sera, Il Club delle Impedite ha salutato tutte le sue adepte con un augurio: che l'estate arrivi e senza alcuna paura della ricrescita! 

La serata dedicata al turbante è stata senza alcun dubbio la più folle e spumeggiante della stagione, vi siete cimentate in creazioni di altissimo livello, superato difficoltà e calura estreme. E sapete una cosa? Eravate bellissime. Tutte quante, nessuna esclusa. 

Ci piace pensare di essere riusciti ad accompagnarvi in un piccolo percorso: con Claudia D'Angelo alla guida, vi abbiamo portato agli aperitivi imbarazzanti, ai primi appuntamenti galanti, alle serate in discoteca, agli incontri di lavoro, ai matrimoni... e con l'affetto divertito di un'amica che vi guarda camminare per la prima volta su dei tacchi troppo alti per voi, vi abbiamo ammirate riuscire ancora una volta ad essere assolutamente favolose.

La reginetta incoronata di ieri sera non poteva che essere quella maldestra di Vilma a.k.a. Villy, ma dovere di cronaca ci impone di dire che si è guadagnata il suo diadema con grande sforzo, combattendo duramente contro una Zia Assunta agguerritissima e una Marcy tutt'altro che abile.

Ora siete tutte diplomate in Impacciataggine e Soluzioni Applicate. A ottobre ricominciano i corsi del Club delle Impedite da RiccioCapriccio e abbiamo già in serbo per voi grandi sorprese. Per ora godetevi il sole, il mare e i vostri splendidi turbanti. Ci rivediamo in autunno!

Grazie. :)

Il Club delle Impedite: Salotto Bene vs. Night Club

Come è andata ieri sera da RiccioCapriccio? Come sempre, un disastro! Tra le nebbie lisergiche di texturizzante Davines, le nostre impedite si sono cimentate in imprese coraggiose quali: sciogliere innumerevoli nodi di capelli, cotonare chiome lisce come spaghetti, vestire i panni della signora bon ton per poi scatenarsi come perfette dive del dancefloor, tutto in una sola e unica serata.

Madrina impedita per eccellenza, come sempre, Claudia D'Angelo... per l'occasione (quasi) totalmente a nudo. Come siamo tutte, in verità, prima di trasformaci per ogni occasione.

La reginetta delle impedite di ieri sera è Francesca! Proprio lei, la Francesca della nostra rubrica sulle serie TV "Io Veramente La Favolosità".

La prossima riunione del Club è a maggio. Seguici su Facebook e Instagram per restare aggiornata.

Maternità surrogata: che cosa accade oggi. Tra divieti, libero mercato e molti dubbi

Incontro aperto da RiccioCapriccio

Via di San Giovanni in Laterano, 142

7 aprile 2016, ore 18:30

 

Intervengono Paola Tavella, giornalista e scrittrice
Giorgia Serughetti, ricercatrice dell'Università Bicocca Milano

La maternità surrogata è al centro di un nodo etico che intreccia paure e dubbi legati a un modo inedito di venire al mondo, al desiderio di genitorialità, all’aprirsi di un mercato fiorente di materiale genetico e di pratiche di tecniche riproduttive. 

Al momento, essa è permessa, con regole più o meno restrittive, in una decina di Paesi tra cui California, India e Canada; in tutti gli altri è vietata, nella Comunità Europea è in corso uno scontro tra lobby favorevoli e contrarie;  dalla Francia una grande rete di femministe e lesbiche ne chiede la messa al bando in quanto moderna forma di schiavitù, altre invece discutono ipotesi di regolamentazione.

Anche se nessuno di noi è chiamato a prendere una decisione nel campo legislativo, è forte la necessità e il desiderio di sapere, confrontarsi con altri, avere risposte alle mille domande che la maternità surrogata pone: 

La libertà di poter disporre del proprio corpo e  partorire figli per altri è centrale oppure no in questo dibattito? Chi tutela il diritto del nascituro a conoscere la propria origine biologica? Liberalizzare le adozioni porterebbe a una diminuzione della richiesta di maternità surrogata e più in generale di tecniche di fecondazione assistita? Chi sono le persone che chiedono la maternità surrogata? Perché la narrazione della nascita per via biotecnica è ancora un tabùVietare la maternità surrogata è possibile? 

Ne discutiamo da RiccioCapriccio con due donne appassionate e competenti che ci aiuteranno a trovare risposte alle domande per creare la nostra personale e informata opinione sul tema.

Coordina domande, interventi e discussione Alessandra Di Pietro, giornalista.

Appuntamento dalle ore 18:30 alle 21:00, seguirà aperitivo green.

Per partecipare, prenotarsi per tempo scrivendo a:
giuliatrapuzzano@ricciocapriccio.com

 

Giorgia Serughetti, ricercatrice presso il Dipartimento di Sociologia dell’Università di Milano-Bicocca, ha pubblicato Uomini che pagano le donne (Ediesse), saggio sulla prostituzione, e partecipato con i suoi articoli ad altre autorevoli pubblicazioni.

Paola Tavella, giornalista e scrittrice, ha pubblicato romanzi e saggi tra cui Madri Selvagge. Contro la tecnorapina del corpo femminile (Einaudi) con Alessandra Di Pietro. Al momento scrive per Amica, Io donna, Pagina99, Huffington Post.

 Alessandra Di Pietro, giornalista, ha pubblicato tre libri tra cui Godete! (Add editore) e Madri Selvagge. Contro la tecnorapina del corpo femminile (Einaudi) con Paola Tavella. Scrive su Gioia! e LaStampa.it

 

Impedite Braids Edition: come è andata

Ieri sera da RiccioCapriccio un'incontenibile Claudia D'Angelo ha rivisitato in chiave sexy e accattivante la pettinatura più antica che c'è: la treccia.

Le impedite si sono cimentate nella realizzazione di due acconciature comode, pratiche e versatili, perfette sia per l'ufficio che per far le ore piccole di sera.

Sul finale la serata ci ha regalato un colpo di scena: a venir incoronata reginetta delle impedite non è stata nessuna delle tre ragazze cimentatesi nell'ultima fatidica prova creatività, bensì Ilaria, scelta a sorpresa tra il pubblico in onore alla sua deliziosa imbranataggine.

Non perdere le prossime riunioni del Club delle Impedite e segui la nostra pagina Facebook per vedere tutte le foto di ieri sera!