eventi

Un anno di RiccioCapriccio

stiletto_evidenza.jpg

Quest'anno da RiccioCapriccio sono successe un sacco di cose bellissime. Meglio, abbiamo fatto in modo che accadessero, grazie al vostro supporto e alla vostra partecipazione.L'anno è cominciato con due eventi molto importanti per chi fa il nostro lavoro: il World Wide HairTour di Londra e Il Forum del Parrucchiere Eccellente a Roma. RiccioCapriccio è stato convocato a Londra per il progetto di Un Taglio Solidale, la nostra iniziativa benefica che è stata presentata a tutti coloro che sono intervenuti alla manifestazione. Ringraziamo Davines, che ha voluto dare risalto al nostro lavoro. A Roma invece, siamo stati candidati per la comunicazione e il marketing. Il 30 ottobre abbiamo aperto la stagione con il Club delle Impedite, il nostro format dedicato a tutte coloro che vogliono imparare ad acconciarsi da sole e con stile. Le serate hanno avuto sempre un tema diverso: siamo passati dai ricci agli anni '60, dai beehive per un matrimonio ai capelli corti. Ospiti delle serate Lorenzo Bises con i suoi bellissimi fascinator e Veronica Benini aka Spora che ha chiuso la stagione con una lezione di portamento sui tacchi. Abbiamo poi partecipato come sponsor al corso ufficiale della Stiletto Academy, durante il quale abbiamo realizzato ciocche coloratissime e tatuaggi temporanei con il nostro logo. Non è finita qui: abbiamo organizzato dei corsi di make up, diretti dalla nostra MUA del cuore Marianna Camillò. Sei fortunate si sono diplomate passando dallo status di Impedita a quello di Consapevole. Sono venuti a farci visita i ragazzi dell'associazione Erasmus+ dalla Grecia che hanno scoperto come si lavora in un ecosalone, quali sono i prodotti utilizzati e l'impiego diretto. Allegra e la sua mamma ci hanno scelto per festeggiare un compleanno speciale: il Beauty Salon Party è quello che tutte abbiamo sognato da ragazzine! Impegnati da sempre nella promozione della lettura con i nostri #checosastoleggendo, abbiamo avuto l'onore di ospitare la scrittrice Erica Barbiani che ha presentato qui Salone per signora, il suo romanzo edito da Elliot, una casa editrice romana con un catalogo estremamente interessante. Valeria, Barbara e Alessandra hanno curato lo styling di due servizi fotografici di moda: per Nude Beach e per Anima Pop, due brand italiani di grande prestigio. Anche quest'anno RiccioCapriccio ha voluto investire sulla formazione dello staff organizzando un corso aperto anche ad altri colleghi con Mazella&Palmer. Nostri ospiti sono stati Faye Turner, esperta colorista e Jean Baptiste Mazella, fondatore del brand e stylist di fama internazionale. Per il Pride, abbiamo scelto di sfilare con dei grandissimi palloncini fucsia, sempre schierati in difesa dei diritti LGBT in Italia. Infine, chiudiamo con la soddisfazione più grande: il docufilm su Un Taglio Solidale, realizzato da Riccardo e Viviana Di Russo in collaborazione con Rai Cinema.

Tutto questo non sarebbe accaduto senza la vostra partecipazione, il vostro sostegno, le bellissime parole di motivazione, i commenti sui social, quelli dal vivo. Grazie, di cuore! Ci rivediamo a settembre con un programma tutto speciale.

Mie care mamme mie cari papà: RiccioCapriccio e le famiglie Arcobaleno

mampap.jpg

Venerdì 12 giugno alle ore 18.00 RiccioCapriccio Eco-parrucchieri vi invita alla proiezione del docufilm sulle famiglie Arcobaleno “Mie care mamme mie cari papà”, in occasione del Roma Pride 2015.Il docufilm è stato realizzato e prodotto nel 2013 dai registi Viviana Di Russo e Riccardo Di Russo della Blooming Pictures in collaborazione con Rai Cinema: per la prima volta in Italia, i figli nati da coppie genitoriali omosessuali, si raccontano nella propria esperienza di persone che vivono con due mamme o due papà. Dice Viviana Di Russo: “Come autori, Riccardo ed io, ci siamo posti a lungo la domanda su come raccontare questa realtà. Poi siamo giunti alla conclusione che, qualora ci fossimo serviti di psicologi, insegnanti, testimoni e statistiche per sostenere “la normalità” di questi figli saremmo finiti anche noi, inevitabilmente, a presupporre una loro “diversità” di fondo. Abbiamo quindi scelto di non mettere filtri ma di affidare agli stessi ragazzini la testimonianza del loro mondo emotivo, affettivo e relazionale in tutta la loro ricchezza ed autenticità.” L’incontro è aperto ai genitori e a coloro che sentono di voler approfondire una questione che ci tocca tutti da vicino. Alla proiezione saranno presenti la regista Viviana Di Russo e un rappresentante di Famiglie Arcobaleno. Seguirà intervento.

Vi aspettiamo!

RiccioCapriccio EcoparrucchieriFamiglie Arcobaleno Associazione Genitori OmosessualiBlooming Pictures

Morning Gloryville a Roma

bol.jpg

Un risveglio pieno di energia questa mattina all'Angelo Mai: il primo Morning Gloryville, un rave mattutino per cominciare bene la giornata!Dalle 06.30 alle 10.30 potrete ballare, fare yoga, bere succhi bio e iniziare il giorno sprigionando energie positive.

Vi state chiedendo com'è, se vale la pena fare una levataccia? Sì, ve lo possiamo assicurare! RiccioCapriccio stamattina è andato in missione per voi. La cosa più bella è vedere quanto sia variegato il mondo che gira intorno a questo evento: donne di tutte le età, bambini, ragazzi: tutti uniti in questa danza del risveglio che ci fa sorridere di più. Prossimo appuntamento il 24 giugno: ci sarete? Noi di certo, perchè è vero: Groove is in the heart.

Club delle Impedite part #4: Wedding edition

Ieri, 26 Marzo, il Club delle Impedite si è riunito per la quarta volta da RiccioCapriccio: l'argomento principe è stato quello dei matrimoni.Quante di noi si sono ritrovate con dei capelli inguardabili poche ore prima di partecipare ad una ricorrenza speciale? Incredibile ma vero, le Impedite hanno scoperto che con una spugna da bagno si possono risolvere molte cose: persino realizzare un beehive! Ospite della serata Lorenzo Bises, blogger di Pezzenti con il papillon e creator di Un petit truc sur la tete, il marchio che portano i suoi bellissimi fascinator. Ha aiutato le ragazze a abbinare un fascinator ad ogni acconciatura e ha supervisionato quando le abbiamo sfidate a rifarne uno da sole. La regina della serata è stata Francesca, un'Impedita che ce l'ha fatta a diventare consapevole! Ringraziamo ancora tutte le ragazze che hanno partecipato, Lorenzo, il nostro staff e tutti coloro che ci aiutano a diffondere le nostre iniziative.

Stay hungry, stay Impedita!

Se non hai ancora partecipato, segui la nostra pagina facebook per conoscere le prossime date e ammirare tutte le foto della serata.

Il Club delle Impedite part #3: so '60!

    

 

 

Il Club delle Impedite è sempre più coeso: il 29 gennaio da RiccioCapriccio le nostre valorose donzelle, sfidando il maltempo, si sono riunite per combattere contro l'umidità e le doppie punte.Il tema della serata sono stati i favolosi anni '60: il nostro staff ha riprodotto le acconciature delle icone di stile Brigitte Bardot e Twiggy; la make up artist Marianna Camillò ha svelato tutti i segreti per una riga di eyeliner perfetta e Grazi, che si occupa del benessere delle mani, ha realizzato una nail art semplice e d'effetto. Le nostre Impedite ce l'hanno messa tutta: fra nuvole di lacca e occhi bistrati, si sono sfidate fra loro per contendersi la nostra favolosa corona.

La Regina della serata è stata Fabiana, una vera Impedita DOC!

Hanno collaborato con noi le mitiche ReDo che hanno omaggiato le ragazze con dei bellissimi passamontagna da motorino, coloratissimi e rigorosamente realizzati a mano. Per sapere di più sui loro corsi e sulle loro attività, clicca qui.

Grazie a tutte per aver partecipato alla serata, senza di voi nulla sarebbe possibile. Seguiteci: ce ne saranno ancora!

Stay hungry, stay Impedita!

[Ph. Fabiana Milza, Giulia Milza]

Club delle impedite #part2: più shabby per tutte

Il 4 dicembre l'ormai celeberrimo Club Delle Impedite si è riunito ancora! Venti giovani e titubanti donzelle, aiutate dal nostro valoroso staff, hanno imparato a realizzare la ponytail perfetta (per i giorni in cui lo shampoo non vi è amico), a intrecciare come se non ci fosse un domani e a scegliere il colore di rossetto più intonato alla loro carnagione.Un aperitivo a metà fra un pigiama party e una chiacchierata con le amiche, fra risate, nuvole di lacca, tantissime domande e prove divertentissime e disastrose. La Regina delle Impedite per questa serata è stata Nadia che sfoggiava fiera la sua coroncina di marabù e lustrini, perché la sobrietà è tutto. Grazie per aver partecipato e per aver reso speciale questo evento. Seguiteci: ce ne saranno ancora. Alla prossima Club delle Impedite!

#Instaboy e i matrimoni delle altre

Sabato sera sono andato al parco: no, non sono diventato di colpo un maniaco sessuale guardone ed esibizionista, una mia amica mi ha portato al Parco Nemorense, nel quartiere Trieste, dove per tutta l'estate c'è il Colour Park, una manifestazione gestita da giovani under 30 che offre ogni sera buona musica, arte e good drinks. Un posto davvero molto carino, un'atmosfera rilassante per combattere il caldo asfissiante di Roma nord e disintossicarsi dalla tamarreide diffusa che imperversa in tutta la capitale, senza però cadere nella tentazione radical-chic der Pigneto.

In quel luogo, due amici ci hanno annunciato le loro imminenti nozze per il prossimo anno. Una notizia meravigliosa che aspettavamo da un po':A) perché quei due ragazzi si amano per davvero e la loro felicità è la nostra, B) perché non vediamo l'ora di festeggiare e ridurci come Courtney Love negli anni '90 C) perché per l'orda di single del mio gruppo un matrimonio significa un'occasione irripetibile per rimorchiare.

Riportando il discorso ad un quadro sociologico e astratto, enucleiamo i motivi per cui noi single sfigati afflitti da zitellaggio-acuto-e- turbozoccolaggine-compulsiva andiamo ai matrimoni delle altre e sopportiamo la fatica insormontabile di un ennesima amica che si accasa prima di noi.

Ecco una lista di buoni motivi per andare al matrimonio di un'amica:

- Per rubare il marito alla sposa, - Per indossare abiti color lavanda, un colore inutilizzabile in altre occasioni mondane - Per sentirci, almeno una volta nella vita, Pippa Middlelton - Per sentirci, almeno una volta nella vita, Julia Roberts - Per vedere la nostra amica sposalizia con un'acconciatura floreale improbabile, con applicazione di piccoli banani e peperoncini in testa e boccoli alla Eleonora Brigliadori ad incorniciare il viso, - Per rivendicare falsamente la vostra emancipazione di donna autonoma che non ha bisogno di un uomo al suo fianco, anche se poi all'uomo sostituite il bourbon e il tavor, - Per rivendicare con orgoglio la nostra promiscuità sessuale agli occhi di un'altra ragazza che cade nella trappola della monogamia borghese e mainstream molto Cristina Parodi, - Per criticare e parlar male dell'acconciatura della sposa per il resto delle nostre vite, - Perché è da quando siete embrioni, anzi spermatozoi, che pianificate il vostro matrimonio ideal-tipico, - Per poter ballare single ladies come in Sex and the City 2, - Per sentirsi almeno una volta nella vita, Enzo Miccio, - Per vedere la sposa truccata come Anna Tatangelo, - Perchè amiamo Real Time e i suoi programmi sui wedding planner, - Per non dare a vedere che stiamo rosicando moltissimo, - Perchè il mio grosso grasso matrimonio gipsy è la nostra ragione da vita suprema, - Per limonare selvaggiamente sotto un tavolo un amico single o un cugino farfallone dello sposo, oppure per le più creative lo zio DILF della sposa, - Per sfoggiare acconciature impalcate che manco Renzo Piano avrebbe il coraggio di immaginare, - Perché con il calo dei matrimoni e l'assenza di politiche per la famiglia, bisogna celebrare la scelta di unirsi di due giovani precari, - Per immortalare l'outfit da meringa impazzita dell'amica impalmata, - Per rovinare la cerimonia con gaffe degne di Fantozzi, - Per avere un buon motivo per cui mettersi a dieta, - Per ubriacarsi come Whitney Houston durante una vacanza a Copacabana, - Per incontrare casualmente un ex di cui si sono perse le tracce nel 92, quando ancora si ascoltava Eros Ramazzotti e la cellulite era un problema delle altre, - Per assaporare l'ebbrezza di una cerimonia nuziale dato che morirete zitelle e gattare in un qualche sobborgo della periferia romana, - Per trovare un marito.