sal8

#Sal8 - I Tabù sessuali: ecco com'è andata

sito_500x425_Sal8.jpg

Giovedì 12 aprile alle 19:00 da RiccioCapriccio si è tenuto l'ultimo incontro di questa stagione di #Sal8, il salotto femminista al 100%, il primo tenuto in un salone di parrucchiere, un luogo che invita a parlare di sé, a esporsi, a dire la propria, in collaborazione con Tuba Bazar, la libreria delle donne.

#Sal8 è uno spazio tutto al femminile, in cui riunirsi e confrontarsi. Abbiamo deciso di lanciarci in questa impresa non solo perché crediamo e incoraggiamo la libertà di espressione e l’unicità di ognuna come fonte di ricchezza collettiva ma per regalare a tutte le donne un'occasione di confronto, uno spazio in cui poter dire quello che sentiamo senza imbarazzo, uno spazio in cui sentirsi comprese, al sicuro.
Questo incontro è stato dedicato a I tabù sessuali e senza falsa modestia possiamo dire che è stato uno degli eventi più belli mai tenuti da Riccio. Voi eravate tantissime, attente, partecipi e pronte al confronto guidate dalle nostre eccezionali ospiti, che hanno riportato la loro esperienza e visione, arricchendo e stimolando la conversazione. Ideatrici del format, Alessandra Di Pietro e Alessandra Pucci hanno introdotto la serata.

Slavina ci ha parlato del tabù sessuale più grande, quello dell'ammettere che non si fa sesso da molto tempo. Spesso ci sentiamo quasi costrette a dire che abbiamo una vita sessuale attiva ed eclatante: per mille personalissimi motivi potrebbe non essere così. E non c'è niente di strano.

Anita ci ha invece portato nel mondo del fetish raccontandoci con grazia e ironia le mille sfumature erotiche che ogni oggetto può assumere, anche quello che crediamo improbabile.

Tiziana ci ha invece raccontato come aprire una boutique erotica a Roma sia stata una scommessa vinta e che le donne e gli uomini sono, al contrario di quello che si crede, pieni di curiosità e di desiderio nel provare cose nuove.

Viola ha connotato il tabù sessuale dal punto di vista sociale e politico ed ha sottolineato l'importanza dell'avere una comunità con la quale confrontarsi attivamente.

Abbiamo avuto l'occasione di vedere anche le illustrazioni erotiche di Roberta Soru.

Siamo felicissimi di aver organizzato un evento così: tenete d’occhio la nostra pagina e iscrivetevi alla nostra newsletter per non perdere i prossimi!

Grazie a tutte voi per aver partecipato e alle nostre ospiti che hanno reso l'atmosfera intima e libera. Sulla nostra pagina facebook trovate tutte le foto dell'evento.

A presto!

 

Il Dubbio e Il Fatto: due idee di giustizia a confronto

Essere garantisti oggi vuol dire lasciare gli autori dei crimini impuniti? Giustizialista è condannare senza prove definitive? I media informano sulle indagini o sono diventati aule di processi mediatici? Immigrazione, politica, fatti di cronaca nera: ogni notizia oggi ha un risvolto giudiziario, dunque come lettori e cittadini siamo tutti coinvolti. Avere un’idea su che tipo di giustizia vogliamo e crediamo è indispensabile per imparare a leggere in autonomia le notizie, avere un giudizio critico e farsi un’opinione propria.

Ne discutiamo nel #Sal8 di #RiccioCapriccio con Angela Azzaro, vice direttrice de Il Dubbio e Antonello Caporale, giornalista de Il Fatto Quotidiano: coordina la giornalista Alessandra Di Pietro.

Appuntamento 5 maggio alle 19.00 in salone, in via di San Giovanni in Laterano, 142. 
SAL8 è una discussione aperta e paritaria dove ognuno è invitato a dire la sua, un incontro per mettere in campo idee e opinioni senza pregiudizi né stereotipi.

L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

[flyer di Davide De Maina]

Sal8 #1: forum sull'Hate speech, ecco com'è andata

Ieri si è aperta la nuova stagione di Sal8, il nuovo format che RiccioCapriccio EcoParrucchieri ospita nel suo locale. SAL8 è una discussione aperta e paritaria dove ognuno è invitato a dire la sua, un incontro per mettere in campo idee e opinioni senza pregiudizi né stereotipi. Abbiamo parlato di Hate Speech, di linguaggio dell’odio chiedendoci se la violenza virtuale è reale, se questo tipo di linguaggio può danneggiare la nostra vita di ogni giorno, se i gruppi di stupro sul web sono pericolosi quanto gli uomini violenti in carne ed ossa. A queste domande è bene che ognuno di noi sappia rispondere. E soprattutto conosca come difendersi e come non cascare, anche inconsapevolmente, nella Rete dell’odio.

Con noi le giornaliste Alessandra Di Pietro, moderatrice della serata, Flavia Perina ex deputata, giornalista e voce seguitissima su FB e Angela Azzaro, vice direttrice del quotidiano il Dubbio.

Ognuna di loro ha espresso la propria visione riguardo l’uso dei social network e della comunicazione più in generale. Secondo Angela siamo immersi in un vero e proprio cambiamento cognitivo e culturale, specie per quanto riguarda i giornali: è come se i processi si fossero spostati dalle aule di tribunale al web, dove tutti puntano il dito e sono alla ricerca di un colpevole. Diversa l’opinione di Flavia, secondo cui è il modo in cui ci poniamo e l’uso che facciamo del mezzo a rafforzare l’hate speech. C’è in generale un calo della qualità e molta superficialità nell’uso del potentissimo mezzo che è la rete e quasi nessuno di noi percepisce realmente i vantaggi ma anche i pericoli che dietro di essa si nascondono.

Eravate in tanti e molto partecipi: per questo vi ringraziamo e vi invitiamo a seguirci sui nostri social per tenervi in contatto, presto ci saranno nuovi incontri!

Per scoprire cosa vi siete persi ieri, ecco il video di Repubblica Tv, realizzato da Angela Nittoli.

 

Ritorna Sal8: il forum di RiccioCapriccio. Parliamo di Hate speech

L'incitamento all'odio (hate speech) è una categoria della giurisprudenza USA (e da pochi anni anche di quella europea) che indica un genere di parole e discorsi che hanno lo scopo di esprimere odio e intolleranza verso una persona o un gruppo (razziale, etnico, religioso, di genere o orientamento sessuale).

L'uso di questo tipo di linguaggio si è diffuso ancora di più con l'esplosione dei social network dove diventa incredibilmente facile offendere, al riparo di uno schermo e di una tastiera.

Per combattere, evitare e riconoscere l'hate speech, noi di RiccioCapriccio abbiamo organizzato il primo Sal8, un forum di discussione aperto a tutti dove la tua opinione è importante, la tua voce è importante.

Ci vediamo il 22 febbraio alle 19 in salone, in via di San Giovanni in Laterano, 142 con i nostri coordinatori e moderatori Alessandra Di Pietro, Flavia Perina, Angela Azzaro e Arturo Di Corinto che ci aiuteranno a dipanare la matassa.

La violenza virtuale è reale? Dibattito e decalogo su come riconoscerlo, evitarlo e non cascarci dentro: vi aspettiamo!