OITNB: c'è la sesta stagione, baby!

orange-is-the-new-black-6-560x464.jpg

Sì lo so, ormai siamo alla sesta stagione di Orange is the new black (OITNB) e in teoria anche un po’ che ci frega delle magiche avventure in quel di Litchfield. Però oh la quinta stagione era finita con un cliff della madonna e allora che fai, non te li vedi IN TRE GIORNI tutti e 13 gli episodi? Sì, lo fai. O almeno, io l’ho fatto.

Come sempre, quei mattissimi sceneggiatori sanno come rimescolare le carte in tavola e allora sbam, è un attimo che ti sparpagliano le nostre detenute in diversi blocchi del carcere e ti introducono mega cattivoni freschi di stampa.

Stavolta più che mai, vige la legge del “mors tua vita mea”.

Ex amichette che quasi si accoltellano (ma senza coltelli, con arnesi ben più rudimentali perché siamo pur sempre in prigione) per il terrore di una testimonianza a loro sfavore dopo il riot; ex protette che non lo sono più ed ex amanti che ehi, incredibilmente lo rimangono.

Perché tra tutte, assurdo a dirsi, Alex e Piper alla fine dei guai sono quelle più coerenti a loro stesse. Si amano da 6 anni, con qualche intoppo nel mezzo, certo, ma chi non li ha.

Intorno a loro sorelle infami, vecchiette spietate, guardie vendute, nuove dipendenze, innocenti alla sbarra e insomma, la solita fauna che si trova nella ridente prigione che tanto amiamo da anni.

Stavolta l’espediente della guerra tra blocchi (ovvero kaki contro blu contro rosa, ovvero cattive contro più cattive contro un po’ meno cattive) funziona anche se ridondante.

Devo ammettere che coi primi 4 episodi ho avuto molta paura, specie col primo che un po’ di dubbi sulla qualità della droga che gira nelle stanze di Netflix me li ha fatti venire ma dal quinto episodio in poi, giuro, tutto migliora nettamente.

Per la settima stagione ho un po’ timore: quante dinamiche ancora potranno raccontare? Infinite? Io non credo.

Però ehi, stiamo pur sempre parlando di Jenji Kohan, un pochetto di fiducia se la merita!


franci_def.jpg

IO VERAMENTE LA FAVOLOSITA'

LA FAVOLOSA RUBRICA SPIN-OFF DI IO VERAMENTE GUARDA

di Francesca Giorgetti

31 anni, ultimamente romana ma pratese per sempre. Appassionata a livelli patologici di serie tv e Maria De Filippi. Lavora in tv e scrive di serie: puoi seguirla sulla sua pagina facebook Io veramente guarda